GIORNO DEL RICORDO. IL MESSAGGIO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Il monito a non dimenticare i martiri delle foibe

Data:
08 Febbraio 2021
Immagine non trovata

Cari Concittadini,

il giorno del ricordo è stato istituito per aiutarci a fare i conti con il nostro passato. Il profondo valore civile della storia deve metterci in condizione di rileggere in modo serio anche quegli episodi che, nella nostra memoria, sono stati elementi controversi e divisivi. Tantissimi uomini e donne, nel drammatico periodo della seconda guerra mondiale e nelle dolorose vicende del confine orientale, hanno vissuto il dramma delle foibe e, più tardi, dell’esodo. Avevano la colpa di essere italiani, di essere identificati con il fascismo, che nella sua versione “di confine” aveva avuto elementi di asprezza e violenza non vissuti altrove. Quegli italiani sono state vittime due volte: hanno perso la vita e sono stati poi dimenticati da un paese che, per tanti anni, ha peferito chiudere gli occhi piuttosto che riflettere in modo serio e critico sul proprio passato. Abbiamo il dovere di non dimenticare, il dovere di sanare, con la conoscenza, le cicatrici che un vuoto o un voluto difetto di riflessione, ha lasciato nei nostri cuori e nelle nostre coscienze. Cogliamo il senso profondo di queste ricorrenze per costruire delle nuove basi di riflessione per il nostro senso di appartenenza a un paese che amiamo e che potrà ambire a un grande futuro solo se saprà far riemergere, con chiarezza e serietà, anche le più dolorose ferite della propria storia. 

Ultimo aggiornamento

Martedi 05 Ottobre 2021